Messina, incidente su una nave ex Siremar: tre marittimi morti e uno gravissimo

Stavano effettuando la manutenzione di una cisterna di gas e sono rimasti intossicati. Altri cinque marittimi in osservazione, la Caronte & Tourist avvia un’indagine interna. Renzi: “Dolore insopportabile”. Mattarella: “Tragedie che non si possono più ripetere”

download-messinaMESSINA – Gravissimo incidente sul lavoro su una nave della Caronte & Tourist, ex Siremar, nel porto di Messina. Tre marinai sono morti e un altro è rimasto gravemente intossicato durante i lavori di manutenzione di una cisterna del traghetto Sansovino, mentre era attraccato al molo San Raineri. Uno dei marinai è morto sulla banchina, gli altri due all’ospedale Papardo e al Policlinico. Il quarto marittimo è stato ricoverato in condizioni disperate. Le tre vittime sono Gaetano D’Ambra, secondo ufficiale di coperta di Lipari, Christian Micalizzi, primo ufficiale di Messina; Santo Parisi, operaio di Terrasini. Il marittimo ricoverato in gravi condizioni si chiama Ferdinando Puccio. 
Secondo una prima ricostruzione i marittimi stavano effettuando la pulizia all’interno del locale sentina della nave, nel quale si sono sprigionate esalazioni tossiche. Potrebbero essere state fatali le esalazioni di idrogeno solforato provenienti da una di nafta. I marinai sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e dal 118, che ha prestato le prime cure anche agli altri cinque marittimi intossicati in modo più lieve e ora tenuti in osservazione. Le indagini sull’incidente sono affidate alla Capitaneria di Porto di Messina mentre la procura di Messina ha aperto un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Giovannella Scaminaci. “Un dolore insopportabile, una ferita nel cuore dell’Italia che lavora”, ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi.  “Prendo parte con commozione al dolore delle famiglie dei lavoratori di Messina e del marmista morto ieri a Carrara. Ribadisco con forza l’esortazione a fare di tutto perchè non si ripetano queste gravissime tragedie. Ogni morte sul lavoro è inaccettabile in un paese come il nostro”, dice il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Cordoglio anche del ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

“Li conoscevamo tutti ed erano grandi e seri lavoratori – commenta Agostino Falanga, commissario della UilTrasporti Sicilia – hanno perso la vita tre validi operai, iscritti a questo sindacato. Li conoscevamo tutti ed erano grandi e seri lavoratori. E’ un lavoro crudo e crudele e si investe poco sulla sicurezza, lo denunciamo da sempre. Adesso aspettiamo risposte e speriamo che gli altri lavoratori, rimasti feriti, si riprendano il prima possibile”.

La compagnia precisa subito che sarà fatta chiarezza: “E’ con grande dolore che apprendiamo la notizia della morte di tre operai e del ferimento di un altro marittimo a bordo della nave “Sansovino” della Caronte & Tourist Isole Minori”, scrive in una nota il gruppo Caronte&Tourist, la compagnia proprietaria della nave Sansovino. “Intendiamo esprimere vicinanza alle famiglie delle persone coinvolte nell’incidente e presteremo la massima collaborazione affinché si chiarisca la dinamica dei fatti, al momento al vaglio degli inquirenti – dicono – Nel frattempo abbiamo attivato una commissione interna d’inchiesta in modo da fare luce sull’accaduto nel più breve tempo possibile”.

Per fare subito luce sulla morte degli operai Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil Trasporti chiedono al ministero dei Trasporti di “aprire un’inchiesta immediata da parte degli enti di controllo del ministero dei Trasporti”, in attesa di “conoscere da parte della magistratura l’esatta dinamica”. Le sigle sindacali si stringono quindi “ai familiari dei lavoratori morti e dei feriti” e sottolineano che “altre vite umane si aggiungono alla tragica e fitta schiera delle morti bianche, indegna di un paese civile”. “Questo tragico evento a pochi giorni da un altro nel porto di Salerno (dove un operaio è morto schiacciato da una rampa, ndr) – denunciano infine i tre sindacati nazionali – mette sotto gli occhi di tutti l’urgenza di un immediato intervento legislativo di adeguamento delle norme che disciplinano la sicurezza nei porti e sulle navi”

Fonte R.it Palermo

Messina, incidente su una nave ex Siremar: tre marittimi morti e uno gravissimo
Tags:             

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi